lunedì 14 luglio 2008

Una divertente missione per l'agente Smart


La critica losangelina ha stroncato Agente Smart - Casino totale ancor prima di nascere, ma non ci ha preso proprio. Candidarlo a peggior film dell'anno? Peggior titolo? No, non fa per lui.
Peter Segal ha messo in scena una divertente parodia dei film di spionaggio portando sui grandi schermi la vecchia serie tv Get Smart di Mel Brooks e Buck Henry.
Maximilian Smart (Steve Carell) è uno sfortunato analista dell'intelligence americana che si impegna a conseguire la licenza di uccidere per diventare un agente segreto a tutti gli effetti.
Max è una persona simpatica: un ex obeso pignolo e nevrotico che non ha davvero nulla a che fare con lo sportivo e carismatico James Bond.
Quando è finalmente promosso al livello di agente viene mandato in Russia per stanare i membri di una organizzazione criminale chiamata KAOS. Per il suo primo lavoro sul campo la sua compagna sarà una veterana: l'agente 99 (Anne Hathaway).
Una comicità genuina e soprattutto non volgare (sconosciuta sino ad oggi a gran parte dei registi del settore). A differenza di altre pellicole omologhe Agente Smart prende in giro bonariamente il genere che scimmiotta, Segal ha infatti dichiarato di essere un appassionato dei film di spionaggio.
Steve Carrel, che riesce a rendere la comicità rimanendo sempre tra le righe, lascia soddisfatto lo spettarore (come fa di solito in tutti i suoi altri film).
Consigliato. Adatto anche ai più giovani. Non si tratta di un film di grandissima qualità, ma è un'ottima scelta per quelli che cercano qualcosa di non di impegnativo. Giusto per trascorrere un pomeriggio divertente.

2 commenti:

Zerovirgolaniente ha detto...

Blog davvero splendido e utilissimo! Ho ricambiato volentieri il link.

Ciao!

peter

http://zerovirgolaniente.blogspot.com/

Fabio Barbieri ha detto...

Bel Blog!
Ok per scambio di link.